| Comunicati stampa, Coronavirus

Aiuti della Confederazione alle imprese dell’aviazione civile

I posti di lavoro nel settore dell’aviazione hanno bisogno di sicurezza

SEV-GATA, la sezione del personale dell’aviazione in seno al Sindacato del personale dei trasporti SEV, vede di buon occhio le garanzie decise dalla Confederazione in favore di Swiss ed Edelweiss e si attende un sostegno deciso alle aziende legate al settore aereo. Auspica al contempo l’attuazione delle condizioni accessorie.

È importante per l’occupazione in Svizzera che le compagnie aeree e le aziende legate all’aviazione civile nel nostro Paese possano essere mantenute, poiché da esse dipendono decine di migliaia di impieghi. «In questo momento molti dipendenti sono toccati dal lavoro ridotto, varie aziende pensano già a una riduzione dei posti di lavoro e una ripresa per l’aviazione civile non è ancora in vista», spiega Philipp Hadorn, presidente di SEV-GATA. «Per questo abbiamo chiesto garanzie dalla Confederazione, con determinate condizioni, e siamo molto felici per l’odierna decisione del Consiglio federale. Nondimeno, le autorità e la politica devono imporre alle aziende interessate anche i seguenti vincoli aggiuntivi:

  • Garantire il mantenimento della struttura per il periodo dopo la crisi
  • Nessun licenziamento di personale per motivi economici durante l’utilizzo delle misure di sostegno della Confederazione
  • Obbligo per le aziende beneficiarie di mantenere gli standard sociali con un contratto collettivo di lavoro
  • Impegno e dimostrazione della volontà di sviluppo e di innovazione verso un’aviazione civile più ecologica
  • Rinuncia al versamento di bonus per i quadri superiori e al pagamento di dividendi agli azionisti»

In vista dell’imminente dibattito parlamentare, Philipp Hadorn annota: «Se la Confederazione e il Parlamento sapranno predisporre per le aziende legate al settore aereo un adeguato pacchetto di aiuti con precise condizioni, sarà possibile lasciare alle prossime generazioni posti di lavoro interessanti e una mobilità aerea rivolta al futuro, rispettosa del clima e che sappia avvicinare i popoli.»

Per altre informazioni

Philipp Hadorn, presidente SEV-GATA e segretario sindacale SEV, 079 600 96 70

Scrivi commento