| Attualità / giornale SEV

Azioni sul posto di lavoro per consolidare i contatti e rilanciare il reclutamento

Adesione gratuita

L’azione di presenza e di reclutamento del 14 settembre ha presentato una novità: «l’adesione al SEV sarà gratuita sino a fine anno». Militanti e professionisti hanno visitato circa 15 sedi di lavoro nella Svizzera tedesca per discutere e incontrare colleghe e colleghi, presentando il sindacato.

Werbeaktion in Basel: Eine Diskussion von vielen.

Questa giornata ha soddisfatto ElenaObreschkow, anche se ha visto la partecipazione di circa un decimo delle sezioni SEV. «Altre hanno però pianificato ulteriori azioni nel prossimo futuro» ha spiegato la coach delle sezioni. «Concentrare tutte le attività su di un solo giorno in tutta la Svizzera costituisce un’autentica sfida e abbiamo quindi voluto lasciare alle sezioni la libertà di decidere come e quando organizzarsi al meglio.»

L’azione ha presentato una novità nell’attività di reclutamento, ossia il fatto che l’adesione al SEV sarà gratuita sino a fine anno. «In questo modo, vogliamo dare un ulteriore incentivo e migliorare ulteriormente le cifre di reclutamento di quest’anno, già di per sé discrete» aggiunge Elena.

Azioni sul posto e itineranti

Una parte delle azioni si è svolta in sedi fisse, come il centro di riparazioni di Zürich-Altstetten (RZA), all’Aarepark di Olten o presso il personale amministrativo a San Gallo. Vi sono però state anche «squadre volanti» che hanno visitato più sedi, per esempio quelle delle BLS e delle Appenzeller Bahnen e presso il personale Lavori della regione di Zurigo.

Le azioni hanno riunito responsabili sezionali e delle sottofederazioni, professionisti del sindacato e fiduciari locali, ossia i membri sul posto. «La partecipazione dei nostri fiduciari locali è estremamente importante, proprio perché dispongono delle conoscenze del posto» commenta Elena Obreschkow. «Abbiamo fatto conto su di loro e hanno risposto presente. Grazie di cuore!»

La giornata calda ha reso particolarmente apprezzate le salviettine rinfrescanti ideate per la giornata e i team hanno potuto discutere di condizioni di lavoro e di attività sindacale con colleghe e colleghi, ottenendo anche diverse nuove adesioni.

Soprattutto però le discussioni si sono rivelate molto interessanti, toccando temi come le varie situazioni sui posti di lavoro, i miglioramenti auspicabili, le rivendicazioni da portare avanti dal SEV ecc. Molte informazioni possono essere ritrovate sul sito del SEV www.sev-online.ch.

Fi

Visita ai dipendenti della BLS

l giro delle visite della squadra composta dal presidente SEV Giorgio Tuti, dal presidente sezionale VPT BLS Balthasar Stöcklin e dai due segretari Michael Buletti e Toni Feutz è iniziato a Berna. Una visita proficua, dato che i colloqui hanno convinto due colleghi ad aderire al SEV.

A Langnau, invece, i contatti hanno coinvolto più che altro colleghi che già fanno parte del SEV, che hanno approfittato dell’occasione per uno scambio di opinioni con i loro rappresentanti sindacali.

Infine, i rappresentanti del SEV si sono recati al deposito dei macchinisti e del personale treno di Spiez, dove hanno trovato un ambiente di discussione molto cordiale.

Le discussioni hanno evidentemente approfondito le trattative per il rinnovo del CCL, ma anche i vari gadgets distribuiti sono stati molto apprezzati.

kt

Elvetino

Eleonora Wüthrich, presidente sezionale della VPT servizi ferroviari, Lutz Karger, vice e Isidor Schwitter, membro di comitato, accompagnati dalla segretaria SEV Regula Bieri hanno contattato gli steward dei numerosi treni che passano dalla stazione di Basilea, discutendo delle molte questioni che toccano le loro condizioni di lavoro e informando dell’attività sindacale, invitando in particolare tutti all’assemblea generale in agenda il 10 ottobre a Olten.

Fi

Reclutamento in Ticino e Romandia

In Ticino, come in Romandia, la giornata del 14 settembre non ha visto manifestazioni particolari, anche perché durante l’anno vengono già organizzate diverse azioni che contribuiscono direttamente o in modo indiretto al reclutamento. I contatti tra sezioni e membri al fronte non mancano, ma anche incontri come quelli promossi in Svizzera tedesca costituiscono un’occasione privilegiata per contattare lavoratrici e lavoratori sul loro posto di lavoro e nella loro quotidianità. Le sezioni delle ITC sono inoltre seguite direttamente dai segretari sindacali. In Romandia, è anche stata istituita la figura del coach delle sezioni FFS, nella persona di Baptiste Morier, mentre in Ticino questo ruolo viene coperto dai tre segretari sindacali.

Angelo Stroppini, per esempio, ha svolto una permanenza presso le FART di Locarno il 15 settembre, scambiando utili informazioni e raccogliendo 2 adesioni.

Integrazione e particolarità regionali

Nelle due regioni latine, la sfida principale è di integrare l’attività sindacale nel movimento nazionale, assicurando i contatti al di là delle barriere linguistiche e facendo nel contempo valere le differenze di mentalità di approccio. Un compito che risulta nel concreto decisamente più complesso di quanto non appaia, soprattutto per il Ticino, che soffre ancora della distanza dai centri nevralgici dell’attività politica e sindacale.

Gi/Hes

AS professionalizza il reclutamento

L’assemblea dei delegati di AS discute la proposta di creare un posto al 20% a termine per due anni, tramite il quale la sottofederazione intende professionalizzare il reclutamento dei membri. Chi occuperà questo posto dovrà coordinare le attività di reclutamento tra sezioni, settori, sottofederazione e SEV, rilanciare queste attività presso sezioni e settori, gestire le liste dei membri e dei non membri e promuovere azioni in favore del mantenimento dei membri attuali. «AS vuole migliorare la propria presenza sul territorio e fornire un valido sostegno ai responsabili sezionali del reclutamento» spiega Peter Käppler, presidente centrale di AS. L’attuale funzione non ha potuto essere occupata proprio perché troppo impegnativa per essere ricoperta da militanti. La percentuale d’impiego dovrebbe dare un nuovo impulso per rafforzare il grado d’organizzazione.

vbo

Scrivi commento