| Attualità / giornale SEV, Year of the Rail

Anno europeo delle ferrovie

Il SEV accoglie il treno speciale dell'UE in Svizzera

Giorgio Tuti è salito sul treno e ha richiamato l'attenzione sull'importante ruolo del personale ferroviario nello sviluppo delle ferrovie (vedi video).

Ieri, lunedì, il SEV ha accolto in Svizzera il "Connecting Europe Express", con il quale l'Unione europea attira l'attenzione sul suo "Anno delle ferrovie" e promuove l'espansione della ferrovia rispettosa del clima. "Questo richiede non solo investimenti in cemento e acciaio, ma anche in personale", è stato il messaggio del SEV.

Il SEV ha accolto il treno speciale dell'UE poco dopo aver attraversato il confine dalla Germania nella stazione di Sciaffusa con le bandiere del SEV e quelle della Federazione europea dei lavoratori dei trasporti (ETF) – e la sera a Berna anche con uno striscione di 18 metri con la scritta "Trasporti pubblici per il futuro".

Con le sue azioni, il SEV ha voluto attirare l'attenzione sul fatto che l'espansione urgentemente necessaria della ferrovia come mezzo di trasporto rispettoso del clima è possibile solo con personale ferroviario sufficiente, ben formato e motivato.

Questo è stato il messaggio principale di Giorgio Tuti, presidente del SEV e presidente della sezione ferroviaria dell'ETF, agli illustri passeggeri delle autorità e della politica – tra cui la ministra dei trasporti Simonetta Sommaruga – durante il viaggio del treno speciale da Zurigo a Berna (vedi video)

Imminente carenza di personale ferroviario

Entro il 2035, circa il 40% del personale ferroviario europeo andrà in pensione. Pertanto, le ferrovie devono essere datori di lavoro attraenti per i giovani e soprattutto attrarre le giovani donne, perché attualmente la percentuale di donne tra il personale ferroviario europeo è in media inferiore al 20%.

Il "Connecting Europe Express" dell'UE sta attraversando quasi tutta l'Europa in settembre e ottobre per attirare l'attenzione sull'Anno europeo della ferrovia e per promuovere gli investimenti nella ferrovia come modo di trasporto. In senso stretto, ci sono in realtà tre treni CEE a causa delle diverse larghezze di binari delle reti nazionali.