| Attualità / giornale SEV, Politica

Petizione per una politica climatica equa

I cambiamenti climatici mietono già oggi innumerevoli vittime e causano drammatici danni ambientali ed economici. Ad essere più colpite sono proprio i paesi più poveri del mondo, sebbene la loro responsabilità sia minima. La nostra petizione per una politica climatica equa chiede:

1. Che la Svizzera converta l’approvvigionamento energetico entro il 2050 basandolo esclusivamente su fonti rinnovabili al fine di diminuire le emissioni di CO2 nazionali.Disponiamo già sia delle necessarie tecnologie che della capacità economica.

2. Che la Svizzera aiuti a livello internazionale i paesi in via di sviluppo ad adattarsi ai cambiamenti climatici e attuare misure di protezione del clima. Questi paesi in via di sviluppo che pur avendo una percentuale di responsabilità minima risentono in modo particolare degli effetti di questi cambiamenti. Naturalmente questo aiuto deve essere finanziato al di fuori dell’aiuto allo sviluppo.

Solo se i paesi ricchi e con il più alto numero di emissioni danno un equo contributo, sarà possibile realizzare con successo una protezione del clima in tutto il mondo. La Svizzera non può mancare a questo dovere!

Scrivi commento