| Attualità / giornale SEV

Comitato SEV

Budget 2020 positivo

Il 27 settembre il Comitato SEV ha adottato il budget 2020, che ha un saldo positivo di 161’000 franchi. L’anno prossimo saranno migliori anche per i membri le prestazioni, grazie ai vantaggi Reka.

Aroldo Cambi, capo delle finanze del SEV, ha potuto sorridere dopo la riunione del comitato lo scorso 27 settembre. Il suo budget per il 2020 ha superato l’esame senza intoppi con un utile previsto di 161’000 franchi. «Nonostante ciò, la cautela rimane necessaria, dato che i nostri ricavi sono in calo, in particolare a causa della costante diminuzione dei nostri soci dovuta ai decessi che non siamo ancora in grado di colmare con un numero sufficiente di nuovi soci. E dato che l’80% delle nostre entrate proviene dalle quote associative, il problema è ovvio». Per contrastare questo fenomeno, il Comitato si è attivato per incoraggiare il reclutamento e il mantenimento dei soci attraverso una nuova offerta di buoni vacanza Reka (vedi a fianco). Il bilancio è duramente colpito anche dalla situazione dei mercati e dai tassi di interesse negativi. I risultati finanziari si basano su una redditività dell’1,5%, principalmente da dividendi da azioni: «Questo ovviamente dipende dallo stato dei mercati al momento della chiusura. L’anno scorso il mese di dicembre era stato catastrofico e i nostri conti del 2018 erano sprofondati in rosso per questo motivo», spiega Aroldo Cambi.

Gesto per i pensionati

Mentre il ringiovanimento dei nostri effettivi rimane la sfida principale, i pensionati della PV e della VPT ricevono le giuste attenzioni. Il budget 2020 prevede che le sottofederazioni PV e VPT ricevano il doppio dell’importo per l’assistenza dei loro membri (ora CHF 2.- per membro). Per il reclutamento degli attivi, le giornate d’azione e il coinvolgimento dei segretari sindacali rimangono necessari, oltre al prezioso lavoro dei militanti.

Cambiando completamente registro, il comitato ha esaminato anche la strategia UFT 2030 pubblicata all’inizio di luglio e di cui il SEV ha accolto positivamente il cambio di rotta, poiché la nuova versione si discosta dalla concorrenza nel trasporto pubblico così come preannunciata nel 2014. «Anche se non è come vorremmo che fosse, il cambiamento di rotta è ovvio e va nella direzione che vogliamo, ossia un trasporto pubblico come parte integrante del servizio pubblico», sottolinea il presidente Giorgio Tuti.
 

Tutti i vantaggi di essere socio/a del SEV:

sev-online.ch/it/deine-vorteile/


Vivian Bologna
Enable JavaScript to view protected content.

10% di sconto sui Reka-Check

Il comitato aveva già deciso prima dell’estate di aumentare lo sconto sull’acquisto di Reka-Check. Tale percentuale sarà del 10 % nel 2020 (7% nel 2019). Ogni membro può acquistare 600 franchi di Reka-Check all’anno. Lo sconto sarà quindi di 60 fr. dal 2020 fino al 2024. L’aumento dello sconto deriva dalla vendita di Brenscino a Reka da parte della Federazione delle Cooperative Turistiche.

 

Nuovi vantaggi Reka

Venerdì 27 settembre, il comitato ha anche dato un impulso al reclutamento di nuovi membri attraverso l’ampliamento delle prestazioni per i membri. I buoni Reka (da non confondere con i Reka-Check) vi permetteranno di andare in vacanza nei villaggi Reka a prezzi molto più bassi.

I buoni Reka del valore di CHF 100.- saranno inclusi nel catalogo delle prestazioni per i soci. Le sotto-federazioni avranno pure a disposizione dei buoni Reka.

Scrivi commento