| Attualità / giornale SEV

Elvetino

Tempo di lavoro ridotto? Una soluzione

Il fabbisogno del personale a Milano diminuirà drasticamente nel 2018: questa la notizia shock per le 85 collaboratrici e collaboratori di elvetino. Il SEV ha trovato assieme all’azienda una buona soluzione.

La società gastronomica ferroviaria elvetino ha perso l’appalto dei TGV Lyria (servizio TGV Svizzera Francia). Di conseguenza la ditta ha deciso di ritirarsi dal concorso per l’assegnazione del servizio gastronomico dei treni SVI (Società Viaggiatori Italia) tra Milano e Parigi. In futuro i treni ETR saranno inoltre gestiti da composizioni di Trenitalia. Questa decisione avrà un ulteriore impatto negativo per quanto concerne il fabbisogno del personale a Milano.

Durante un’assemblea tenutasi alla fine di settembre il personale ha preso una decisione solidale: la diminuzione del grado d’occupazione per tutto il personale. Siccome i/le dipendenti sottostanno a contratti di lavoro e salari svizzeri, questa soluzione è sostenibile e potrà inoltre evitare licenziamenti.

Trattative soddisfacenti

Durante le trattative del 25 ottobre, elvetino si è dimostrata cooperativa. Sotto la guida di Regula Pauli, il SEV ha negoziato la seguente soluzione: tutti i gradi d’occupazione verranno ridotti del 20%, ma la percentuale d’impiego non potrà scendere al di sotto del 60%. A coloro che rinunceranno a questa soluzione, sarà offerta un’occupazione a tempo pieno nelle sedi di Basilea o Losanna. A chi rifiuterà entrambi le offerte, non verrà prolungato il rapporto di lavoro. «Siamo soddisfatti di questa soluzione; elvetino ha reagito bene»» dice Regula Pauli. Per far fronte alla situazione, l’azienda è inoltre disposta a dislocare delle prestazioni a Milano. Attualmente queste vengono gestite dalle sedi di Basilea e Ginevra.

«Siamo contenti che tutte le collaboratrici e tutti i collaboratori possano mantenere il loro lavoro presso l’azienda. Durante le trattative, elvetino ha soddisfatto molte richieste» si rallegra Regula Pauli. Anche uno spostamento del luogo di lavoro in Svizzera o un cambiamento presso LSG Sky Chefs (il nuovo gestore dei treni SVI) avrebbe avuto delle conseguenze importanti sulla vita dei collaboratori e delle collaboratrici. I segretari sindacali Regula Pauli e Pascal Fiscalini presenteranno le soluzioni durante un’assemblea del personale che si svolgerà a Milano il 9 novembre. Le modifiche entreranno in vigore alla fine del anno.

Karin Taglang

Scrivi commento