| Attualità / giornale SEV

radio lisa

LISA poco affidabile: le FFS corrono ai ripari

Con Radio Lisa introdotta nel 2015, ci sono ancora tagli di collegamento che a volte portano a situazioni difficili. Pertanto, la sottofederazione dei manovristi RPV, supportata da TS e dalla direzione SEV, ha richiesto la sospensione dell’uso di radio Lisa (cfr. edizione del 5 dicembre). Il 29 novembre una delegazione SEV è stata informata delle misure adottate dai funzionari delle FFS e ha potuto presentare le sue proposte. L’azienda ha avviato una serie di misure per risolvere la situazione, che ha illustrato nella newsletter del 6 dicembre 2019:

  • sensibilizzazione del personale: i collaboratori sono già stati informati che in caso di interruzione radio (assenza di segnale acustico di controllo) o collegamento radio incerto devono immediatamente interrompere la corsa di manovra.
  • In alcune sedi il collegamento radio è poco stabile e in certi settori di manovra è addirittura insufficiente. In altre sedi, al contrario, la qualità del collegamento radio è buona. Sulla base dei feedback ricevuti, le FFS stanno verificando il grado di affidabilità del collegamento in ogni area di impiego. Se il collegamento è insufficiente, viene valutato l’impiego di altri apparecchi. Se questo non è possibile e non esistono alternative soddisfacenti e più sicure, dovranno essere prese in considerazione misure idonee a garantire la sicurezza del personale di manovra. Al momento sono al vaglio diverse possibilità. Nel caso estremo potrebbe essere necessario sospendere le attività di manovra in determinate zone geografiche.
  • Le FFS stanno analizzando i feedback e comunicheranno i risultati sede per sede.
  • Coinvolgimento degli utenti LISA delle sedi interessate: insieme al personale, le FFS intendono chiarire le fonti di guasto locali, analizzare le cause, stimare il tempo necessario per risolvere il problema e sondare possibili alternative. I primi sopralluoghi si terranno già prima di Natale.
  • Lo smantellamento dei dispositivi analogici è temporaneamente sospeso.
  • Oltre al canale esistente, le FFS stanno valutando di allestire una hotline telefonica a cui poter segnalare i casi rilevanti per la sicurezza.
  • Le custodie difettose vengono rimpiazzate. A partire dall’estate 2020 tutti gli apparecchi in uso saranno sostituiti da nuovi apparecchi dotati di una custodia impermeabile resistente agli urti.

«Prendiamo atto della buona volontà delle FFS, ma nutriamo ancora qualche dubbio sulla sicurezza», ha dichiarato il presidente centrale RPV Hanspeter Eggenberger. «Dal punto di vista della sicurezza, sarebbe meglio non fare altre manovre con Radio Lisa, ma solo esercizi di controllo di collegamento. Per i siti interessati dovrebbe essere possibile trovare un numero sufficiente di vecchi dispositivi analogici. Inoltre occorre già ora esaminare possibilità di trovare un’alternativa. Poiché in questi dieci anni Radio Lisa non è stata in grado di mostrare la propria affidabilità, dubitiamo che migliorerà nel prossimo futuro». Jürg Hurni, segretario sindacale SEV, aggiunge: «Ci aspettiamo che i «punti caldi» siano trattati immediatamente e che le misure siano definite quanto prima».

Markus Fischer

Commenti

  • El khaddar

    El khaddar25/12/2019 23:40:04

    Als Ehemaliger Rangierarbeiter würde ich nicht lange fackeln, das Funkgerät lisa nachdem Verbindungsunterbrüchen gab,sollte aus Sicherheitsgründen nicht mehr für das Rangiermanöver und dergleiche verwendet werden, es geht um sein oder nicht sein...,und berufe mich auf die RDR.Vorschriften.

Scrivi commento