| Focus.SEV

Il consiglio di fondazione accoglie il ricorso del SEV – le elezioni devono essere ripetute

Propaganda illecita sanzionata

Il SEV ha interposto ricorso contro l’esito dell’elezione del consiglio di fondazione della cassa pensioni FFS e ha ottenuto ragione.

Il SEV si batte contro le riduzioni di rendita. In piazza, come alla manifestazione del 2013 contro le rendite flessibili, ma anche nel consiglio di fondazione della CP FFS.

Queste elezioni del consiglio di fondazione hanno presentato diversi aspetti controversi. In particolare, i candidati della lista 3, denominata «per una CP con equità generazionale», hanno utilizzato conoscenze insider per farsi una propaganda illecita.

Questo è stato l’argomento principale del ricorso del SEV, accolto dal consiglio di fondazione. Le elezioni dovranno di conseguenza essere ripetute.

Nell’ultimo numero di contatto.sev, Aroldo Cambi aveva parlato di 500 persone che avrebbero espresso il loro voto per iscritto. In realtà, queste 500 persone hanno solo ricevuto per posta i codici di accesso all’elezione, ma hanno dovuto parteciparvi per via elettronica. Questa modalità di voto è stato un altro aspetto criticato dal SEV poiché se, da una parte il regolamento prevede questa possibilità, adottarla in via obbligatoria penalizza le categorie prive di dimestichezza con internet, rispettivamente che non lavorano tutto il giorno al computer.

Ciò può aver condizionato negativamente anche la partecipazione al voto.

Elezioni da ripetere

Le elezioni hanno dato un esito molto serrato. Ciò, unitamente alle convincenti argomentazioni del ricorso e alle spiegazioni dei rappresentanti del SEV nel consiglio di fondazione, hanno indotto lo stesso consiglio ad accogliere il ricorso del SEV.

Adesso, dobbiamo però fare in modo che la ripetizione delle elezioni permetta di raggiungere un risultato migliore, anche perché una partecipazione al voto del 15,58% deve far riflettere! Probabilmente, molti elettori hanno dato per scontato che avrebbero prevalso i candidati giusti, che la composizione del consiglio di fondazione non sia poi così importante.

ll SEV per le migliori condizioni possibili

Sottovalutare l’importanza della composizione del consiglio di fondazione potrebbe rivelarsi molto pericoloso. Evidentemente, nemmeno i rappresentanti del SEV nel consiglio di fondazione possono fare miracoli, né modificare a loro favore le condizioni del mercato dei capitali. Essi continueranno però ad impegnarsi come hanno sempre fatto per la qualità delle prestazioni della cassa pensioni, in particolare per coloro che ne hanno particolarmente bisogno.

In vista delle nuove elezioni, il SEV deve riuscire a convincere gli elettori che i suoi rappresentanti, perseguendo una politica orientata alle soluzioni e alla ricerca del consenso, sono in grado di dare un contributo fondamentale all’attività del consiglio di fondazione. Per queste seconde elezioni, occorre inoltre assolutamente un grado di partecipazione più elevato, per raggiungere il quale dovranno impegnarsi anche i reticenti all’uso del computer. Ringraziamo quindi coloro che hanno già sostenuto i candidati SEV, invitandoli a rinnovare il loro appoggio nonché a convincere colleghe e colleghi a fare altrettanto.

pan

Scrivi commento