FFS

Infrastruttura FFS: evitare conclusioni affrettate!

I vertici delle FFS hanno chiesto da 1 a 1,8 miliardi in più per la manutenzione dell’infrastruttura. Finalmente, aggiungiamo noi che sosteniamo da tempo che la manutenzione viene trascurata. Il personale fa tutto quanto possibile per garantire lo svolgimento dell’esercizio. I motivi di queste lacune sono da ricercare nella mancanza di mezzi finanziari.

Cosa sta succedendo? Negli ultimi anni, presso l’Infrastruttura FFS si è instaurata una cultura della riorganizzazione permanente, alla quale si deve porre termine. Non deve più accadere che venga promossa una ristrutturazione prima ancora di aver terminato l’applicazione di quella precedente. Per questo chiediamo con decisione di evitare decisioni affrettate.

In particolare chiediamo:

  1. di evitare un’altra riorganizzazione che comporti un’ulteriore riduzione di personale e di conoscenze;
  2. un’analisi dettagliata della situazione;
  3. l’adozione delle misure necessarie per uno svolgimento sicuro ed affidabile dell’esercizio sulla rete ferroviaria.

Siamo d’accordo che siano necessari molti soldi, che però andranno impiegati anche per mantenere le necessarie conoscenze in seno all’azienda e per recuperare quelle perse a seguito di ristrutturazioni. 

Investire nella manutenzione significa anche investire nel Know-how, che deve essere esteso in seno all’azienda, in modo da poterne beneficiare a lungo. In concreto, chiediamo che l’estensione della manutenzione comporti anche un aumento delle risorse di personale.

Il personale è sempre stato disposto a impegnarsi a fondo per un esercizio ferroviario sicuro ed affidabile, ma non è un limone che si può continuare a spremere. Il futuro della ferrovia ha bisogno di maggiori risorse umane e finanziarie.

Scrivi commento