Cerchiamo di guidare senza incidenti e malgrado tutto a volte non è possibile evitare l’urto. E anche se non è stato possibile fare altrimenti, il colpevole viene punito.

Una bagatella che costa caro

Macchinisti e macchiniste, ma anche conducenti di bus sono due categorie professionali che hanno davvero bisogno della protezione giuridica professionale. Gli incidenti sono spesso dietro l’angolo.

Ludovico* lavora in una cittadina svizzera di media grandezza ed è alle dipendenze di un’azienda di trasporto pubblico che assicura il servizio del traffico regionale con bus e ferrovia locali. Da ormai un quarto di secolo Ludovico macina chilometri al volante di mezzi pesanti, camion, bus charter e di linea. Il suo avvocato farà presente che «la sua reputazione come conducente, è senza macchie». Malgrado tutto un giorno è coinvolto in un incidente: Ludovico vuole lasciare l’area di sosta del bus, mette la freccia, guarda davanti e dietro. Un’auto esce da una strada laterale, svolta a sinistra e lo sorpassa a tutto gas. La polizia sopraggiunge per i rilievi dell’incidente. Fortunatamente non vi sono feriti e i danni materiali sono coperti dalle assicurazioni. Ma Ludovico è sanzionabile perché in questo incidente risulta colpevole. Inoltra dunque una domanda di assistenza alla protezione giuridica del SEV.

L’avvocato che si occupa del caso, studia l’incarto e constata che Ludovico, apparentemente, non viaggiava velocemente. Di fatto avrebbe dovuto guardare simultaneamente davanti, dietro, a sinistra e a destra. Non è dunque stata semplicemente disattento; gli si può solo rimproverare una leggerissima mancanza di attenzione. L’avvocato conclude la sua presa di posizione all’indirizzo del ministero pubblico chiedendo che la multa non superi i 300 franchi, sempre che una leggerissima mancanza di attenzione possa essere considerata punibile.

«Nessun’altra conseguenza»

Verosimilmente il ministero pubblico è soddisfatto della proposta. Fissa una multa in base all’importo proposto, ma aggiunge una somma di 480 franchi per spese giudiziarie. Spese che vengono assunte dalla protezione giuridica del SEV, come pure le spese legali dell’avvocato che ha impiegato alcune ore per studiare il dossier e per scrivere lettere e procedere a qualche telefonata. Una causa legata a un ritiro della patente sarebbe costata molto di più. Per fortuna l’autorità competente ha rinunciato ad una simile misura.

Servizio di protezione giuridica SEV
*Nome noto alla redazione e cambiato per la stesura dell’articolo.

Scrivi commento