| Attualità / giornale SEV

Passaggio delle linee FFS alla BLS

Il SEV resta vigile

Lo scorso 3 ottobre il SEV ha ricevuto ulteriori informazioni dalle FFS sull’assegnazione delle linee IR alla BLS. Si tratta delle linee Berna-Bienne (fine 2019), Berna-Olten e Bern-Neuchâtel-La Chaux-de-Fonds (entrambe fine del 2020).

Le FFS vogliono attenersi ai seguenti principi: nessuna riduzione del personale, gli interessati possono continuare a lavorare per le FFS. Modifiche legate al CCL: nel quadro del cambiamento del luogo di lavoro, le FFS cercano il dialogo con le persone interessate e si adoperano per una soluzione «adeguata» per le seguenti categorie professionali:

  • Macchinisti: riduzione delle prestazioni equivalenti a 43 posti di lavoro a Berna, Bienne, La Chaux-de-Fonds, Olten e Neuchâtel. A dipendenza dei depositi, la compensazione viene effettuata con un mix di misure: riduzione delle ore di lavoro supplementari, acquisizione di prestazioni di altri depositi, «fluttuazione naturale» (pensionamenti e altre partenze), stage, trasferimenti definitivi in altri depositi, lavoro a tempo parziale, congedi non pagati, ecc. Poiché alle FFS mancano macchinisti, non ci saranno riduzioni dei posti».
  • 5 consulenti alla clientela di Lyss perderanno il loro posto di lavoro il 30 aprile, poiché il centro viaggiatori passerà in mano alla BLS (fatto appreso dai media). I diretti interessati hanno ricevuto dalle FFS un’offerta di lavoro e «saranno supportati nel processo di cambiamento». Nel caso dovessero concorrere per un posto alla BLS, si spera che venga data loro un’opportunità.
  • Personale di manovra e clean: riduzione di alcuni posti di lavoro a Berna e Bienne nel 2020 e nel 2021 nel caso la BLS non dovesse acquisire prestazioni dalle FFS. Su questo tema Hurni afferma: «speriamo che per i dipendenti FFS sia questo lo scenario futuro, ma è anche importante tenere conto del personale BLS. Per tutte le domande o dubbi siamo a disposizione dei nostri membri. Nel caso dovesse esserci un eccesso di personale anche dopo le «fluttuazioni naturali», saranno soprattutto i temporanei a subirne le conseguenze».
  • Assistenti clienti: la perdita di prestazioni nel controllo sporadico saranno compensate da prestazioni nel traffico a lunga percorrenza.

Markus Fischer

Scrivi commento