| Attualità / giornale SEV

colpi di diritto

Che cosa cambia dal 1° gennaio 2019

1° pilastro AVS/AI

Per la prima vota da quattro anni a questa parte, dal 1° gennaio 2019 le rendite del primo pilastro verranno aumentate. La rendita minima AVS passerà da 1 175 a 1185 franchi al mese (per una durata contributiva completa) e la rendita massima da 2350 a 2370 franchi. Questo aumento si ripercuoterà anche sui valori basati sulla rendita minima AVS/AI, come gli importi limite della previdenza professionale obbligatoria o quelli destinati alla copertura del fabbisogno vitale nelle prestazioni complementari.

Previdenza professionale (II pilastro)

Contrariamente alla proposta di diminuzione avanzata dalla maggioranza della commissione federale LPP, il Consiglio federale ha deciso di non cambiare il tasso d’interesse minimo della previdenza professionale, che resta così all’1%. Le rendite dei superstiti e quelle di invalidità della previdenza professionale obbligatoria il cui diritto è sorto nel 2015 saranno adattate per la prima volta all’ evoluzione dei prezzi, dell’1,5%. L’adeguamento è calcolato sulla base dell’ evoluzione dell’indice dei prezzi al consumo tra settembre 2015 (97,70) e settembre 2018 (99,13).

Le rendite per le quali la LPP non prevede rincaro saranno adeguate dai rispettivi istituti di previdenza nei limiti delle loro possibilità finanziarie. L’organo supremo delle istituzioni di previdenza decide ogni anno se e in che misura le rendite debbano essere adeguate (cf. art. 36, cpv. 2, LPP). Le decisioni sono commentate nei conti annuali o nel rapporto annuale dell’istituto di previdenza. La deduzione della cifra di coordinamento LPP per la previdenza professionale passa da 24’675 a 24’885 franchi, mentre la soglia minima LPP passa da 21’150 a 21’330 franchi.

Pilastro 3a

La deduzione fiscale massima ammessa nell’ambito della previdenza personale vincolata (pilastro 3a), passerà dal 2019 da 6’768 a 6’826 franchi per le persone che dispongono di un secondo pilastro e da 33’840 a 34’128 franchi per le persone senza secondo pilastro.

Assicurazione malattia LAMal

L’anno prossimo, il premio medio dell’assicurazione obbligatoria per le spese di cura aumenterà dell’1,2 %. A dipendenza dei cantoni, esso varierà tra il -1,5 e il + 3,6 %. Il premio medio dei giovani tra i 19 e i 25 anni diminuirà, in quanto il Parlamento ha deciso di alleviare gli oneri per questa categoria d’età.

Bisogna tuttavia tener presente che l’evoluzione dei premi non sarà più espressa sulla base del premio standard, ma si farà capo ad un premio medio. Questo cambiamento voluto dall’Ufficio federale della salute pubblica (UFSP) rende difficile il paragone con gli anni precedenti. Utilizzando il vecchio metodo, l’aumento sarebbe stato del 2,7%.

Il premio medio corrisponde all’onere medio pro capite, calcolati sulla base di tutti i premi pagati in Svizzera. Rispetto al premio standard, riflette quindi meglio i premi effettivamente pagati, poiché tiene conto del fatto che la maggior parte degli assicurati hanno scelto una franchigia opzionale, oppure un modello di premi con scelta limitata del medico, oppure ancora una combinazione dei due fattori e considera anche i premi dei giovani e quelli dei bambini. Il premio standard utilizzato sin ora era valido solo per gli adulti con una franchigia di 300 franchi e con copertura infortuni, che rappresentano però ormai solo circa il 20 %, mentre erano ancora il 50 % nel 2005.

In 6 cantoni (AI, AR, FR, GL, UR, ZG), gli aumenti saranno inferiori allo 0,5 %, mentre in altri 4 (JU, NE, TI, VS) saranno superiori al 2 %. Nei 16 cantoni restanti (AG, BE, BL, BS, GE, GR, LU, NW, OW, SG, SH, SO, SZ, TG, VD, ZH) l’aumento sarà compreso tra questi due importi.

Nel 2016, il Parlamento ha deciso di alleviare del 50% la compensazione dei rischi per i giovani tra i 19 e i 25 anni.

Questo provvedimento sarà applicato dal 2019 e porterà ad una riduzione del premio per questa categoria di assicurati. Il loro premio medio sarà di 274,10 franchi, ossia del 15,6 % in meno rispetto all’anno precedente. Questo sgravio sarà finanziato tramite un aumento della compensazione dei rischi presso gli assicurati adulti, i cui premi aumenteranno di conseguenza in misura superiore del 2,4 %, ossia 8,90 franchi. Il premio medio per i bambini aumenterà del 2,4 % rispetto al 2018 e ammonterà a 100,90 franchi.

Servizio giuridico del SEV

Scrivi commento