| Attualità / giornale SEV

Il caotico progetto NORS è da rivedere radicalmente!

Così non si può andare aventi! Riguardo a NORS, era e continua ad essere questa la richiesta del SEV. Dopo aver potuto illustrare direttamente al direttore della Divisione Infrastruttura FFS, Jacques Boschung, gli enormi problemi per l’organizzazione e per il personale, è risultato evidente anche a lui: così non si può continuare!

Condizioni caotiche quotidiane sui cantieri e nella disposizione, incessanti cambiamenti a breve termine nella distribuzione del personale. Una situazione che non è mai migliorata. Il progetto pilota NORS di Infrastruttura Manutenzione (I-IH) delle FFS è stato avviato il 1° gennaio 2019. Già nell’ambito della procedura di consultazione, il SEV era stato estremamente scettico e aveva elencato una lunga serie di domande e problemi, in merito ai quali non abbiamo spesso ricevuto risposte convincenti.

Già a settembre 2018 avevamo messo in dubbio in particolare lo smantellamento delle strutture dei team di allora. Ribadivamo inoltre che il progetto pilota avrebbe dovuto anche poter essere interrotto o corretto se necessario. 

Ad aprile 2019 abbiamo poi pubblicato sul giornale SEV l’articolo «Partenza falsa per il NORS». All’epoca avevamo ottenuto che in nessun caso il modello sarebbe stato esteso alla Regione successiva prima del 2021. Ma la domanda principale è rimasta la stessa: Si potrà correggere NORS in modo tale che il personale possa di nuovo lavorare serenamente?

Dopo 11 mesi di NORS dobbiamo constatare che le condizioni caotiche sono all’ordine del giorno. Nella disposizione e negli uffici, i collaboratori sono costantemente sotto pressione e i colleghi e le colleghe sul campo non sanno spesso che pesci prendere o si rassegnano nella confusione. NORS rimane un progetto mal costruito.

Tramite innumerevoli esempi concreti, il SEV è riuscito a dimostrare alla direzione della Divisione, come ancora a novembre 2019 NORS funzioni in modo pessimo. Di conseguenza:

  • Per il SEV, il progetto NORS rappresenta un virus estremamente dannoso che non deve estendersi alle altre Regioni!
  • Il SEV chiede per la Regione Sud correzioni radicali. In particolare, i
  • team devono nuovamente funzionare come prima!
  • Disposizione e pianificazione devono stabilizzarsi ed essere programmate più a lungo termine!
  • Nelle posizioni chiave si necessita assolutamente di persone che conoscano a fondo la materia!
  • Il mantenimento del personale nelle funzioni chiave di tutti i settori è
  • prioritario!

È ora che i responsabili la smettano di indorare la pillola. Per poter uscire dal pantano di NORS c’è bisogno di avere le persone giuste nei posti giusti. Occupatevi delle persone, invece che di processi!
Che NORS, a differenza di quanto pianificato dai responsabili, venga ora proseguito come progetto pilota invece di essere semplicemente adottato, è una buona decisione. Ciò significa che NORS non può essere introdotto come tale. Con questo però i problemi sono tutt’altro che risolti. Continueremo ad accompagnare e a valutare NORS.

La nostra preoccupazione non è NORS ma il benessere e il futuro dei collaboratori. Il SEV resta in ogni caso molto scettico sul fatto che NORS possa un giorno veramente funzionare. 

Ringraziamo espressamente il direttore della Divisione Infrastruttura per la disponibilità ad ascoltare il SEV e i colleghi e per essere intervenuto.

Scrivi commento