| Attualità / giornale SEV

Giornata Clean

Lavori sporchi: successo del SEV

Partecipanti al convegno Clean con Hans Ruh, che ha fornito un importante contributo a difesa dell’indennità per lavori sporchi per la pulizia dei WC (al centro).

Il 18 gennaio si sono riuniti a Olten oltre 30 collaboratori Cleaning e manovratori che puliscono le carrozze FFS del traffico viaggiatori. L’incontro verteva sul risultato dei negoziati sui lavori con aggravamenti particolari e sulla «pulizia in base alle esigenze» (progetto «Cleaning 4.0»).

Il segretario del sindacato SEV Jürg Hurni ha brevemente ricordato che nella primavera del 2019 le FFS volevano sopprimere l’indennità per lavori con aggravamenti particolari («indennità per lavori sporchi») di 1 franco e 45 per la pulizia dei WC nei treni passeggeri. L’argomento delle FFS verteva principalmente sul fatto che la pulizia dei WC è stata inclusa nella descrizione delle mansioni del personale di pulizia dall’inizio del 2018 e sarebbe quindi coperta dal relativo stipendio. Il SEV ha respinto con sdegno un risparmio che tocca le categorie professionali con salari già bassi; inoltre la pulizia dei WC è chiaramente un’attività particolarmente sgradevole per la quale è comunque giustificata un’indennità di aggravamento ai sensi del regolamento R 113.2. E per quanto riguarda le modifiche alla descrizione delle mansioni, le FFS hanno apportato tali modifiche unilateralmente. Poiché le FFS hanno insistito sulla soppressione e volevano anche eliminare l’indennità per lavori con aggravamenti particolari per la rimozione dei graffiti, il SEV si è rivolto all’ opinione pubblica. A quest’ultima non è piaciuto l’attacco al modesto reddito del personale di pulizia. La coraggiosa azione di protesta di Hans Ruh (vedi riquadro) ha contribuito a fare in modo che le FFS negoziassero con il SEV una soluzione transitoria accettabile per il 2019; in autunno verrà discussa una soluzione equa e sostenibile per il 2020 e gli anni successivi.

Pulizia WC: somma nettamente aumentata

Tale soluzione prevede quale indennità per lavori con aggravamenti particolari per la pulizia dei WC nei vagoni passeggeri i seguenti forfait giornalieri:
• 50 franchi per i collaboratori di Cleaning;
• 30 franchi per le/i responsabili turni Cleaning (poiché secondo il mansionario vengono impiegati al 60% in attività di pulizia);
• 20 franchi per i manovratori, che devono assumere lavori di pulizia.
«In futuro pertanto ogni collaboratrice/collaboratore Cleaning riceve per la pulizia di WC un’indennità per lavori sporchi di 600 franchi», ha spiegato Jürg Hurni. «In tal modo si è riusciti ad aumentare nettamente la somma di queste indennità per i collaboratori Cleaning.»
Non vi sono invece indennità forfettarie per la sverniciatura di graffiti dai veicoli e per lo svuotamento di sistemi di WC a circuito chiuso. Questi lavori continueranno ad essere registrati individualmente e le indennità saranno versate individualmente secondo la direttiva P 142.5.
Jürg Hurni ha sottolineato che il SEV ha accettato il pagamento forfettario dell’indennità per lavori sporchi per la pulizia dei bagni, solo a condizione che questo lavoro sia equamente distribuito tra i team. La pratica dirà se ciò funzionerà o meno con dei test previsti in diverse località nei mesi di marzo e aprile. «Per favore comunicate al SEV se solo determinate persone devono pulire i bagni», ha chiesto ai colleghi il segretario SEV Christoph Geissbühler. «Contattateci anche per altri problemi o incertezze».

Daniel Purtschert, Co-Präsident RPV Zürich (links stehend) und SEV-Gewerkschaftssekretär Christoph Geissbühler (stehend vor der Leinwand) organisierten die Cleantagung gemeinsam.

Migliorare la situazione dei temporanei

Purtroppo le FFS non sono ancora disposte a concedere ai collaboratori temporanei un’indennità per lavori sporchi. Il SEV aveva proposto un bonus di tempo, poiché una parte dell’ indennità in denaro sarebbe andata all’agenzia interinale. «Il SEV vuole migliorare in generale la situazione dei dipendenti temporanei», ha dichiarato la vice-presidente del SEV Barbara Spalinger. L’obiettivo del SEV è di ottenere salari e indennità almeno pari a quelli dei dipendenti a tempo indeterminato. «Aiutateci a reclutare temporanei», ha chiesto Spalinger, «faremo un incontro per loro in primavera». Ha ricordato che il SEV ha ridotto la quota per i lavoratori temporanei da 30 a 22 franchi al mese.

Intervenire presso FFS Immobili

Barbara Spalinger ha inoltre annunciato che il SEV intende avvalersi dei negoziati richiesti dalle FFS per un nuovo sistema salariale (probabilmente a partire da quest’estate) allo scopo di eliminare le disuguaglianze. «È incomprensibile che i collaboratori di FFS Immobili non ricevano un indennità per lavori sporchi per la pulizia dei bagni. Dopo tutto, non è giusto che alcune persone ricevano un’indennità per lo stesso lavoro sgradevole e altre no!»

Suggerimenti dal Ticino

Una parte del gruppo dei colleghi ticinesi.

I colleghi ticinesi hanno proposto idee su come tutelare l’ambiente in Cleaning, ad esempio utilizzando più volte gli stracci. Hanno anche suggerito che i dipendenti potrebbero scoprire altri metodi di lavoro attraverso operazioni di volontariato in altri posti.

Grazie, Hans Ruh!

Hans Ruh (rechts) an der Cleantagung.

Hans Ruh, Teologo ed ex professore di etica sociale all’Università di Zurigo, ha spiegato al convegno Clean il motivo della sua profonda indignazione per l’abolizione dell’indennità per i lavori sporchi, che lo ha portato ad occupare un bagno del treno tra Zurigo e Berna per protesta - in occasione del suo 86° compleanno: «Le FFS hanno così rafforzato la generale grande disparità salariale, un peccato mortale dell’umanità. In secondo luogo, mi ha indignato la mancanza di riconoscimento e di rispetto nei confronti del personale». Grazie all’eco dei media, le FFS lo hanno subito contattato e in un incontro hanno ammesso di aver commesso un errore. Non ha così dovuto dar seguito alla sua minaccia di occupare un gabinetto del treno ogni settimana. «Ho ricevuto più reazioni negative che positive sul treno e su internet», ha riferito Ruh. «È davvero triste che le persone in fondo alla scala sociale siano le più propense ad accettare condizioni ingiuste». Al convegno ha ricevuto un dono per la sua coraggiosa e utile azione.

Cleaning 4.0

Tobias Strahm

Poiché durante l’esercizio i margini di tempo per la pulizia dei treni diventano sempre più brevi e poiché le perturbazioni e i cambiamenti operativi a breve termine sono in aumento, nella pulizia dei treni è difficile realizzare piani di turni fissi, ha spiegato Tobias Strahm, responsabile del progetto FFS «Cleaning 4.0. Questo progetto mira pertanto a rendere la pulizia più flessibile e «basata sulle esigenze», grazie all’ausilio di strumenti digitali. Tramite l’app «Train Clean App» sul telefonino o sul tablet, i collaboratori di Cleaning vengono informati in tempo reale sulla posizione dei treni da pulire e sul loro stato: nell’app si vede ciò che i team di Cleaning – e in futuro anche il personale dei treni e delle locomotive – hanno inserito nel sistema sullo stato dei singoli treni e sui lavori di pulizia che sono stati recentemente eseguiti. Grazie a queste notifiche, alle statistiche (ad es. sul numero di clienti che sono stati sul treno dall’ultima pulizia) e ai messaggi dei sensori (ad es. sulle riserve d’acqua nei bagni), gli addetti alle pulizie decidono autonomamente le priorità, ossia quali lavori effettuare su quale treno nel tempo a disposizione, supportati anche dalla loro esperienza. L’app è attualmente in fase di test a Lucerna. Secondo Strahm, il personale apprezza l’accesso indipendente alle informazioni e non perde troppo tempo con l’app. Viene assegnata molta importanza a una buona introduzione e all’accompagnamento di tutti i dipendenti, dei responsabili dei turni e dei responsabili dei team.

Scrivi commento