| Attualità / giornale SEV

BLS

Inaccettabili licenziamenti per ragioni economiche

A inizio maggio, la direzione della BLS ha comunicato di aver ricevuto dal Consiglio di amministrazione l’incarico di ridurre di 30 posti le funzioni di management e di supporto. Il SEV critica aspramente il ricorso a licenziamenti.

In un’informazione al personale del 21 giugno, la BLS ha comunicato che vi sarebbero stati «alcuni licenziamenti» per ragioni economiche.

Otto dipendenti licenziati

«Sono stati licenziati otto colleghi», spiega Michael Buletti, segretario sindacale del SEV. La maggior parte di loro sono assoggettati al CCL e classificati in funzioni intermedie, nonostante la definizione di «funzioni di management e di supporto» farebbe piuttosto pensare a posizioni di quadri. Il SEV riconosce che i tagli dovrebbero avvenire considerando nel miglior modo possibile le condizioni sociali, ma Michael Buletti tiene a precisare la sua posizione: «Non possiamo accettare queste modalità e intendiamo batterci sui casi di rigore», per i quali il SEV rivendica ancora una volta che BLS offra agli interessati un’alternativa interna. «Negli ultimi cinque anni, è la terza volta che la BLS ricorre a licenziamenti per ragioni economiche», constata irritato Michael Buletti.

In questi casi, viene applicato una specie di piano sociale interno per attutire le conseguenze di questi licenziamenti. Il SEV raccomanda agli interessati di rivolgersi al più presto al SEV e chiedere la sua assistenza giuridica per permettere al sindacato di seguirli e aiutare a salvaguardare i propri interessi.

kt

Scrivi commento