| Politica

I due «Parlamentari del SEV» commentano la sessione estiva appena terminata

Mucche dimezzate... pubbliche e private

La politica dei trasporti e del servizio pubblico è stata oggetto anche di questa sessione del Consiglio nazionale,come riferisconoPhilipp Hadorn e Edith Graf-Litscher, segretari SEV e deputati del canton Soletta, rispettivamente Turgovia.

Dopo la secca respinta dell’iniziativa sulla «vacca da mungere», il Nazionale ha ripreso l’esame del progetto di creazione di un fondo per le strade, (FOSTRA) promesso nell’ambito del progetto FAIF. FOSTRA deve però tener conto che su strada non circolano solo automobili, ma anche pedoni, ciclisti, tram, bus e, a volte, persino treni. Una politica dei trasporti sostenibile non può quindi fare astrazione da una regolamentazione del finanziamento dei programmi di agglomerato che contempli le esigenze di tutte le componenti. Il Parlamento ha però dapprima respinto la proposta del governo di aumentare il prezzo della benzina, riducendo così i finanziamenti a disposizione dei progetti stradali. Per compensare questi tagli, il Consiglio nazionale intende ridurre la quota della Confederazione sui dazi sui carburanti e dirottare altri mezzi nel fondo stradale, sottraendo così 650 milioni alla cassa federale.

Attacco alle risorse dello stato

In sostanza, si ripresenta una vacca da mungere, sia pure dimezzata. Tutto ciò va a sovrapporsi al «programma di stabilizzazione» con il quale il governo intende risparmiare da 800 milioni a un miliardo, nonché alla riforma III dell’imposizione delle imprese e alla soppressione della tassa di bollo. Siamo quindi confrontati con un attacco diretto allo Stato e alle sue risorse. La palla passa ora al Consiglio degli Stati, nell’auspicio che sappia ridimensionare gli appetiti della destra per il FOSTRA.

Philipp Hadorn

Servizio pubblico

La recente votazione sull’iniziativa sul servizio pubblico ha lasciato strascichi anche sulla sessione estiva. Il popolo sovrano ha confermato il suo apprezzamento per un servizio di qualità, reso possibile dall’impegno del personale, esprimendo la sua reticenza nei confronti di esperimenti che potrebbero intaccarne l’essenza. Il nostro lavoro, quello del sindacato, non può però fermarsi qui, ma ribadire che un servizio pubblico valido è possibile solo grazie a CCL che definiscano valori come stipendi, pari opportunità, offerte per persone diversamente abili e per apprendisti e che escludano il dumping sociale e salariale, anche dalle aziende esternalizzate.

Revisione LdL conclusa

Dopo il Nazionale, anche gli Stati hanno approvato il progetto di riforma della legge sulla durata del lavoro. La palla torna così nel campo della commissione tripartita (funzionari della Confederazione, rappresentanti delle aziende e del personale) per definire l’ordinanza e le altre norme di applicazioni presso le aziende.

Mobilità 4.0

L’attività di un parlamentare non si svolge solo in sala, ma anche nelle commissioni parlamentari o politiche. Il partito socialista ha una commissione trasporto e comunicazione che recentemente ha analizzato le evoluzioni e le novità nei trasporti, che rientrano sotto il titolo di «mobilità» 4.0. La discussione ha fornito una prima panoramica delle conseguenze della digitalizzazione a tutti i livelli sulla mobilità, sull’ambiente di lavoro, la pianificazione territoriale, i trasporti, la logistica ecc. Un’evoluzione da tenere d’occhio.

Prospettive in campo ferroviario

Edith Graf-Litscher

Philipp Hadorn, è al nazionale dal 2011 (PS/SO).È nella commissione finanze, trasporti e di sorveglianza delle NTFA.

Edith Graf-Litscher, è al nazionale dal 2005 (PS/TG). E vicepresidente della commissione trasporti e membro della commissione per le politiche di sicurezza, nonché dell’ufficio del Consiglio nazionale.

Scrivi commento