Successo del SEV nella pulizia dei treni

Indennità per lavoro sporco: trovato un accordo!

FiLa direzione di Approntamento dei treni (ZBS) di FFS Viaggiatori intendeva abolire con effetto dal 1° gennaio di quest’anno l’indennità per lavori con aggravamenti particolari – meglio nota come «indennità per il lavoro sporco» – per le collaboratrici e i collaboratori addetti alla pulizia dei WC e alla sverniciatura di graffiti. Contro questo attacco incomprensibile e inaccettabile nei confronti dei redditi più bassi delle FFS, il SEV è immediatamente intervenuto presso la direzione di ZBS. In un secondo tempo ha portato il conflitto a un livello aziendale superiore e ha reso pubblica la vertenza.

Dopo due turni negoziali con i responsabili di Produzione ferroviaria e del settore aziendale Assistenza clienti e Cleaning (KBC), settimana scorsa è stato possibile trovare una soluzione per il 2019. Come verrà invece erogata l’indennità per lavori con aggravamenti particolari dal 2020, sarà oggetto di ulteriori trattative che dovranno essere concluse entro il mese di settembre. Una lettera delle FFS indirizzata al personale di pulizia e di manovra con compiti di pulizia e controfirmata dal SEV illustra il contenuto dell’accordo come segue:

Stimate collaboratrici, stimati collaboratori, nel mese di luglio 2019 verranno versate le indennità per lavori con aggravamenti particolari per l’anno 2019. Questa misura interessa il personale di pulizia e di manovra con compiti di pulizia di WC nelle carrozze viaggiatori e di sverniciatura di graffiti all’ interno e all’esterno di veicoli.

Come già comunicato, nelle ultime settimane le FFS e il sindacato SEV si sono riuniti e hanno trovato un accordo per il 2019. Il principio alla base dell’accordo è che per queste attività importanti e impegnative voi collaboratrici e collaboratori non riceviate meno che in passato. Ma poiché i dati necessari non sono più integrati nelle pianificazioni dei turni, per il 2019 non possiamo calcolare le indennità per ogni singolo collaboratore e collaboratrice. Per tale motivo, insieme abbiamo concordato di versare ad ognuno l’equivalente del diritto all’indennità maturato negli anni precedenti. In sintesi:

  • ogni collaboratore e collaboratrice riceverà l’importo superiore tra quelli versati nel 2017 e nel 2018, ma almeno 10 CHF;
  • le collaboratrici e i collaboratori legittimati solamente da quest’anno a percepire l’indennità riceveranno l’importo medio versato alle colleghe e ai colleghi nel 2018;
  • anche le collaboratrici e i collaboratori impiegati dalla nostra azienda solamente dal 2019 riceveranno un importo medio, proporzionalmente ai mesi di lavoro e al grado d’occupazione;
  • per i casi particolari ci riuniremo a settembre con il SEV per trovare soluzioni individuali.

Entro l’autunno, FFS e sindacati negozieranno congiuntamente una soluzione equa e sostenibile per il versamento dell’indennità per lavori con aggravamenti particolari a partire dal 2020. In caso di domande, i vostri capiteam sono volentieri a vostra completa disposizione. Vi ringraziamo di cuore per l’enorme impegno profuso quotidianamente per offrire alle nostre clienti e ai nostri clienti treni sempre puliti.

Non è solo una questione di soldi

Editoriale di Manuel Avallone, vicepresidente SEV

Lo scorso 1° febbraio, la direzione della preparazione treni del traffico viaggiatori FFS ha annunciato al personale di non essere obbligata a riconoscere un’indennità per lavori gravosi, che quindi da inizio anno non è più stata registrata automaticamente. Ulteriori informazioni sarebbero seguite a tempo debito.

All’immediato intervento del SEV, le FFS hanno risposto molto seccamente che ai dipendenti della pulizia carrozze non sarebbe più stata riconosciuta l’indennità per «lavori sporchi» di CHF 1.45 l’ora per la pulizia dei WC nelle carrozze viaggiatori, né per lo sverniciamento dei graffiti, poiché da inizio 2018 queste attività sarebbero contemplate dalle nuove descrizioni dei posti di lavoro. Queste sarebbero attività che rientrano nelle attività della funzione e il loro svolgimento è stato considerato nell’attribuzione di collaboratrici e collaboratori ad un livello di funzione. Pertanto, non possono essere considerate come lavori con aggravamenti particolari.

Le FFS hanno ripreso unilateralmente questa discutibile disposizione nella loro direttiva P 142.5. Il SEV non è però assolutamente d’accordo che si ricorra a simili trucchi per aggirare il riconoscimento di indennità dal tutto meritate. Pulire WC nelle carrozze viaggiatori e sverniciare graffiti sono senz’altro attività che «espongono il personale a una sporcizia eccessiva o che sono particolarmente sgradevoli da compiere» e rientrano pertanto nella definizione prevista dal regolamento 113.2, tutt’ora in vigore, per l’attribuzione di questa indennità.

Fa poi particolarmente specie che le FFS vogliano andare a risparmiare proprio presso i dipendenti con i salari più bassi, per i quali ogni franco è particolarmente importante. Questi circa 510 dipendenti devono rinunciare a circa 200 000 franchi, anche se le FFS hanno registrato un utile di 568 milioni di franchi…

Il SEV si oppone al fatto che i massimi dirigenti si ritaglino e si attribuiscano stipendi sempre più faraonici, neanche fossero ad un self-service, appigliandosi nel contempo a cavilli per privare chi deve fare simili lavori gravosi dell’indennità.

L’intervento del SEV e l’indignazione nell’opinione pubblica per questo attacco alle pulitrici e ai pulitori dei WC hanno permesso di trovare una soluzione ragionevole per il 2019. Le FFS farebbero però bene ad impegnarsi anche nei prossimi anni per trovare una soluzione ben accetta dai dipendenti e che possa motivarli a svolgere il loro importante lavoro. Devono capire che non è solo una questione di soldi ma anche, e soprattutto, una questione di apprezzamento.

Scrivi commento