| Attualità / giornale SEV

colpi di diritto

Assistenza giuridica:come e quando

In quali casi il Sindacato del personale dei trasporti (SEV) accorda l’assistenza giuridica professionale ai suoi membri?

L’assistenza giuridica professionale viene accordata in tutti i casi che si verificano durante l’appartenenza al SEV, per la precisione

  •  per conflitti di natura civile o penale, in relazione con l’attività professionale o sindacale;
  • in caso di incidenti della circolazione, sulla via più breve per e dal posto di lavoro;
  • per casi avvenuti fuori servizio, ma derivanti dal proprio rapporto di lavoro.

Di regola, sono esclusi dall’assistenza giuridica:

  • gli eventi verificatisi prima dell’adesione al SEV o che sono stati annunciati dopo aver inoltrato le dimissioni da membro;
  • i conflitti fra membri SEV;
  • i fatti causati intenzionalmente o per negligenza grave.

Come viene presentata una domanda di assistenza giuridica al sindacato?

  • Le domande di assistenza giuridica vanno presentate al segretariato centrale SEV entro 10 giorni da quando si è verificato il fatto. Scaduto tale termine, di regola non esiste più diritto all’assistenza giuridica professionale. Il fatto può essere segnalato anche al comitato sezionale, che trasmetterà immediatamente l’annuncio al segretariato centrale SEV.
  • L’annuncio deve essere veritiero e fatto con il modulo ufficiale «Domanda di assistenza giuridica». Il modulo può essere richiesto al nostro segretariato (n. tel. 091 825 01 15) o richiamato online sul sito www.sev-online.ch. Qui, alla pagina iniziale, sulla parte destra si trova il link «Domanda di assistenza giuridica professionale», dove scaricare il documento nel formato pdf, comprendente:
  • il regolamento (serve come informazione personale, non va inoltrato con la richiesta);
  • il modulo vero e proprio;
  • la descrizione del fatto, che serve ad illustrare in maniera sintetica la fattispecie. Questo spazio va sempre compilato, senza tuttavia dilungarsi eccessivamente;
  • il conferimento della procura in favore del SEV, da completare con luogo, data e firma.

Dopo aver compilato il modulo, descritto il fatto e firmato la procura, occorre inviare questi atti per posta all’indirizzo seguente:

Segretariato regionale SEV
Viale Stazione 31/
Casella postale 1469
6501 Bellinzona

Dunque, i documenti non vanno inoltrati via e-mail, WhatsApp ecc. Se i documenti non sono completi o corretti, può essere richiesto al membro di inoltrare nuovamente una domanda.

Per motivi di protezione dei dati, il servizio di protezione giuridica SEV non informa il presidente della sezione o della sottofederazione in merito alla domanda di assistenza giuridica. Se il membro desidera che ciò avvenga, deve farsi personalmente parte attiva o dare la procura alla propria sezione o sottofederazione.

Il SEV decide se e in che forma viene concessa l’assistenza giuridica.

Quali prestazioni include l’assistenza giuridica professionale?

  • La consulenza legale;
  • l’intervento di un/a segretario/a sindacale (in caso di controversie con datori di lavoro e/o le amministrazioni), oppure l’attribuzione di un patrocinatore legale da parte del segretariato centrale. Le proposte del membro circa il nome di un legale sono tenute in considerazione nella misura del possibile.

Attenzione: se il membro si fa rappresentare in altro modo da un avvocato, il dossier di assistenza giuridica non viene aperto o viene chiuso. Solo in casi urgenti, allorché necessita di un «avvocato della prima ora» – ad esempio dopo un incidente di autobus notturno con danni a persone – durante l’interrogatorio di polizia il membro può avvalersi direttamente di un avvocato, i cui costi sono poi generalmente assunti dal SEV.

  • Di regola il SEV si assume le spese del segretariato centrale e i costi per l’avvocato e il procedimento giudiziario; viceversa, le multe e la partecipazione al risarcimento dei danni sono a carico del membro.

Scrivi commento