| Attualità / giornale SEV

180 membri delle CoPe hanno discusso le loro aspettative per il prossimo CCL

Vie separate; ma uniti verso il CCL 4

Per la prima volta, i membri delle commissioni del personale hanno potuto esprimere le loro richieste in vista delle trattative per il prossimo CCL.

La suddivisione dei compiti è chiara: le trattative per il contratto collettivo di lavoro (CCL) competono ai sindacati, mentre le commissioni del personale (CoPe) sono competenti per le questioni interne all’azienda. Nel caso delle FFS, le trattative sono quindi condotte dal SEV (che rappresenta la grande maggioranza dei dipendenti) unitamente a VSLF, Transfair e all’associazione dei quadri. D’altra parte, i membri delle CoPe sono un’importante fonte per la definizione delle rivendicazioni da presentare.
Il SEV unitamente alla CoPe Azienda, ha pertanto indetto un incontro alla Casa del Popolo di Zurigo, al quale hanno partecipato 180 membri delle CoPe dei 3 livelli.

Rivendicazioni coincidenti
Fridolin Disler, presidente delle CoPe azienda e Cargo, ha presentato i risultati di un sondaggio condotto tra i membri delle CoPe. Le rivendicazioni espresse riguardano soprattutto i temi del salario e della durata del lavoro. Per il vicepresidente SEV, Manuel Avallone, non è stata certo una sorpresa, considerato come si tratti dei due punti principali di un CCL.
Il convegno ha per contro evidenziato qualche divergenza nella valutazione delle regolamentazioni settoriali della durata del lavoro (BAR). Alcuni interventi ne hanno chiesto la soppressione, mentre altri hanno sostenuto la necessità di estenderli a tutti i settori.

Restare uniti
Uno degli argomenti principali della giornata è stata la partecipazione e la suddivisione dei compiti tra sindacati e commissione del personale. Fridolin Disler ha puntualizzato come le CoPe, in dieci anni di esistenza, si siano guadagnate un certo riconoscimento „anche se la nostra posizione deve essere ulteriormente consolidata presso la base, la direzione aziendale e i sindacati. Dobbiamo quindi chiarire meglio la suddivisione dei ruoli”. 
Per Manuel Avallone occorre inoltre rafforzare il collegamento tra CoPe e sindacati, per evitare di farsi mettere gli uni contro le altre.


Peter Moor/Gi
 

Punti fondamentali

Gli argomenti da riprendere nel CCL 4 secondo i membri CoPe:

Stipendi e indennità
- separazione tra valutazione personale e salario
- indennità di funzione
- salari iniziali sotto il minimo
- indennità regionali

Durata del lavoro
- regolamentazione del picchetto
- distanza tra i turni
- BAR
- supplementi per servizio notturno

Vacanze e congedi
- diritto alle vacanze
- congedo di paternità

Questioni sociali
- parcheggi per il personale
- protezione della personalità
- maternità

Le conclusioni della giornata

Manuel Avallone, vicepresidente SEV:
L’importante partecipazione dimostra che vi era l’esigenza di un incontro del genere.  In fondo, sarebbe stata la CoPe azienda a doverlo indire. La competenza di elaborare il CCL spetta però alla conferenza CCL. Non vogliamo organizzare un organo parallelo, ma era importante sentire le esigenze delle CoPe, per poterle riprendere anche nella conferenza
Dobbiamo rafforzare la collaborazione con le sottofederazioni, integrando nei loro lavori i membri delle CoPe e occupandoci maggiormente della loro formazione.

Fridolin Disler, presidente delle CoPe FFS e Cargo:
La partecipazione e lo svolgimento di questa giornata hanno fatto piacere. Ringrazio quindi il SEV per averla organizzata, con tutto l’impegno che ha comportato.
I partecipanti hanno portato le loro esperienze alla base, evitando però di considerare unicamente il proprio settore o la propria categoria

Scrivi commento