| Attualità / giornale SEV, Comunicati stampa

FFS

Il personale delle biglietterie in collera

Il personale delle FFS lo constata da anni. L'ex regia federale fa di tutto per promuovere la vendita di biglietti online. Nelle ultime settimane, le pubblicità evocano apertamente l'inutilità del personale di vendita. Lunedì 27 maggio il Sindacato del personale dei trasporti (SEV) ha trasformato queste pubblicità e ha informato gli utenti e il personale interessato in diverse stazioni ferroviarie della Svizzera, tra cui Bellinzona.

 

Il SEV ritiene che le vendite e le consulenze agli utenti abbiano un futuro.  Con lo slogan: "Per un servizio pubblico di qualità grazie al personale" ha quindi corretto la pubblicità. L'ambasciatrice di vendita online delle FFS Yvette Michel rende omaggio al personale della vendita. "Non è necessario un cellulare per prendere il biglietto giusto, collaboratrici e collaboratori competenti sono a vostra disposizione presso le biglietterie."

Un'azione con i colori dell'umorismo che non nasconde però il disappunto del personale di vendita: "Le FFS stanno chiudendo sempre più biglietterie, usando come argomento l'aumento delle vendite online. Il personale è comunque convinto che le biglietterie abbiano un futuro in quanto gli utenti vogliono avere consigli personalizzati. Con queste pubblicità, le FFS continuano ad andare nella direzione di voler disumanizzare ulteriormente le stazioni", ha dichiarato Manuel Avallone, vicepresidente del SEV. E aggiunge: "È una questione di servizio pubblico. Anche se le vendite online sono in aumento, c'è una parte della popolazione che vuole o che può acquistare biglietti unicamente agli sportelli."

Il SEV richiede rispetto per il personale di vendita.

Scrivi commento