| Attualità / giornale SEV

Riunione di due giorni dei delegati CCL

Pronti alle trattative

Hanno il compito di definire le rivendicazioni del SEV e di decidere se accettare il risultato delle trattative: i delegati alla conferenza CCL delle FFS, hanno svolto un seminario di preparazione.

Delegati ticinesi sempre attivi

Per i rappresentanti della base, si è trattato del primo seminario di questo genere da quando esiste il CCL FFS. Circa un centinaio di delegati hanno discusso il proprio ruolo e i prossimi passi in vista delle trattative dell’anno prossimo. La conferenza CCL di FFS e Cargo funziona come un Parlamento, nella quale i delegati eletti dalle sottofederazioni e sezioni si riuniscono per decidere sul CCL, mentre le trattative salariali annuali sono demandate alla commissione CCL.

Il primo giorno, dedicato all’esame del funzionamento della conferenza, ha permesso di constatare la necessità di questa riflessione, derivante dal diverso grado di inquadramento dei vari delegati: “alcuni ricoprono anche altre funzioni in seno alla sezione o alla sottofederazione, mentre per altri la conferenza CCL è l’unico incarico sindacale. La giornata ha quindi dato indicazioni utili sulle possibilità di formarsi opinioni e coinvolgere colleghe e colleghi nelle trattative, nonché per allargare le proprie conoscenze. Si è quindi trattato di un ottimo inizio” ha spiegato Manuel Avallone, vicepresidente SEV.
 

Quattro domande a Manuel Avallone, vicepresidente SEV

contatto.sev: Che impressione hai avuto da questi due giorni con i delegati CCL?
Manuel Avallone: Sono stati molto proficui e i delegati hanno apprezzato di poter discutere in questo modo i problemi legati alla loro attività. In futuro, riproporremo pertanto simili incontri.

Il primo giorno sono stati i delegati a mettersi in discussione. Con quali conclusioni?
Molti di loro non si erano sin qui posti il problema dalla loro integrazione nelle sezioni e sottofederazioni e delle relazioni con gli altri delegati. Volevamo quindi renderli maggiormente consapevoli dell’importanza del loro ruolo.
 
Nel tuo ruolo di vicepresidente responsabile delle FFS e di capo della delegazione alle trattative, quali conclusioni hai tratto?
Mi sono reso conto della necessità di migliorare l’informazione ai delegati CCL: nonostante siano loro a dover alla fine decidere sul CCL, il loro coinvolgimento nei preparativi e nelle discussioni sul CCL era limitato. Dobbiamo anche dare maggiori possibilità di discutere tra di loro.

Il secondo giorno sono state definite le rivendicazioni del SEV. Sei soddisfatto di questo risultato?
Si, avevamo una lista di 50 pagine di proposte della nostra base e di suggestioni delle CoPe, dalle quali abbiamo potuto dedurre gli orientamenti principali. Verso fine febbraio indiremo una nuova conferenza CCL per definire le rivendicazioni concrete da presentare alle FFS.


Pmo/gi

Primo esame delle rivendicazioni

In seguito, la conferenza ha esaminato le rivendicazioni raccolte dalle sezioni, sottofederazioni e commissioni, integrate dai risultati di un sondaggio condotto presso le commissioni del personale. Di comune accordo, sono state suddivise, definendone gli orientamenti e le priorità. “Fa piacere constatare il crollo delle barriere che esistevano  tra le varie categorie. I delegati hanno dimostrato di saper vedere l’insieme dei problemi” ha concluso Avallone. 


Peter Moor/gi

----------------------------

Rivendicazioni principali della conferenza CCL

Salario
La conferenza CCL chiede che il sistema salariale venga disgiunto dalla valutazione del personale. I delegati hanno inoltre espresso la richiesta di regolamentazioni maggiormente vincolanti per le assunzioni sotto i valori minimi.

Durata del lavoro
La conferenza ha parlato soprattutto di flessibilizzazione. Secondo i delegati, le esigenze del personale di pianificare il proprio tempo libero devono essere considerate altrettanto importanti di quelle dell’azienda che chiede di entrare in servizio in breve tempo. Gli accordi settoriali (BAR) devono continuare a essere negoziati dai sindacati e devono essere per la maggior parte integrati nel CCL.

Partecipazione
In futuro le elezioni devono iniziare dal livello 3, ossia in superficie. Non dovrebbe più essere possibile accedere direttamente alle CoPe di divisione. I delegati hanno inoltre espresso la loro opposizione ai mandati a tempo pieno, ma chiedendo più tempo per curare il contatto con i membri.
pmo

Scrivi commento